Pantone veste classico. Il Classic Blue è il colore del 2020.

13/12/2019 10:19

Come da 21 anni a questa parte, il Pantone Color Institute ha scelto il colore dell'anno: un bellissimo blu, o meglio un Classic Blue 19-4052.

Cos’è il Pantone Color Institute?

Come in molti ormai sapranno Pantone è l’azienda leader mondiale nello studio e nella gestione del colore, è il punto di riferimento principale per tutti coloro che lavorano nell’ambito della comunicazione, del design e della moda. Chiunque si trovi a lavorare con il colore deve quindi passare quasi obbligatoriamente per le famosissime mazzette dell’azienda statunitense.

Per mantenere ben salda la leadership nel settore, Pantone ha deciso di aprire il Pantone Color Institute, una divisione commerciale dedicata solo ed unicamente allo studio delle tendenze cromatiche mondiali. Con questa attività il Pantone Color Institute si prodiga ad individurare ogni anno alcune palette ed un unico colore che andrà a dettare i trend stilistici dell’anno successivo. Questo colore prende il nome di Pantone Color of the Year e per questo 2020 è il Classic Blue 19-4052.

La scelta di quest’anno è stata presa dopo numerosi studi effettuati dagli esperti del Pantone Color institute che ogni anno girano il mondo cercando di individuare le possibili tendenze cromatiche tra gli ambiti più disparati quali cinema, moda, design, mete turistiche più gettonate, nuovi stili di vita e condizioni socio-economiche dei popoli. Le influenze possono arrivare anche dagli effetti dello sviluppo tecnologico, dalla predominanza di determinate piattaforme social o da eventi pubblici, sportivi o politici.

Perché è stato scelto il Pantone Classic Blue?

Il blu è in primo luogo un colore semplice, elegante e di facile lettura. In questa tonalità proposta da Pantone, possiamo intravedere un cielo al crepuscolo che ci infonde una serenità totale ed un torpore avvolgente. La richiesta di ottimismo della nostra società, interpretata dal precedente pantone Coral, è stata accolta ed ora ci viene in soccorso un’atmosfera serena che trasmette la sensazione di una base stabile da cui partire con fiducia per il nostro futuro prossimo.

Il Classic Blu è stato scelto anche per stimolare un senso di connessione e pacatezza atto a favorire la resilienza delle nostre menti, ormai sempre più spesso messe a dura prova dall’evoluzione tecnologica che caratterizza quella "nuova era" in cui siamo definitivamente (per fortuna o purtroppo) immersi.

Le mie valutazioni

Il Classic Blue è sicuramente un colore elegante e funzionale. Il blu d’altronde, si sa, sta bene su tutto e il classico non passa mai di moda ma, banalità a parte, trovo la scelta di quest’anno meno intraprendente rispetto alla brillantezza e all’originalità del precedente Pantone 2019 Coral. Le motivazioni che hanno portato il Pantone Color Institute all’individuazione del Classic Blue come Pantone dell’anno 2020 sono sicuramente tangibili e interessanti ma vorrei comunque provare ad esporre una mia chiave di lettura alternativa.

Il blu è un colore che esprime sicuramente affidabilità e sicurezza, non a caso molte aziende lo scelgono come colore istituzionale. Ma non solo: il blu, in psicologia spicciola, richiama anche i concetti di tristezza, nostalgia e senso di abbandono e viene spesso utilizzato come rappresentazione cromatica della depressione. Pantone ha fatto benissimo a tralasciare questo particolare, sarebbe stato fin troppo facile capire che la sovracitata necessità di sicurezza, di basi solide e di conforto prende forma da una depressione generale della società moderna che tenderei a collegare più facilmente ad una mancata proporzione tra lo sviluppo della tecnica ed il progresso sociale piuttosto che alla paura di una nuova era intesa unicamente come ansia per un futuro sconosciuto.

Detto questo anche a mio dire il classico non passa mai di moda. Vada dunque per il Classic Blu e che ci accompagni lungo un 2020 con il suo carico di serenità, magari verso un 2021 ricco di speranza per affrontare le sfide di questo nuovo secolo.